Progetti

Progetti

Intra Moenia

Devianze e violenze hanno "ordinato" ruoli, percezioni della realtà. aspettative, emozioni, ricordi. Innescare discontinuità biografiche per la possibilità di scoprire nuove occasioni esistenziali e per indovinare nuovi legami è questione di prova di realtà (non solo di volontà), è questione di pratiche che orientano scelte. Non può, pertanto, essere frutto di astratti richiami, o del solo sforzo di adeguare comportamenti a leggi e norme. Interrompere carriere devianti è un obiettivo difficile e complesso. Chiede percorsi inediti e alternativi per i giovani, la possibilità di nuove esperienze e prospettive che abbiano la forza, da un lato di far sostenere fratture biografiche, nell'identità, nei sistemi di significato e, dall'altro, di avviare un'organizzazione diversa del sistema di vita, del rapporto con il tempo. 

Fondazione Eris opera nell'ambito carceri, "Intra Moenia", da diversi anni e in diversi contesti. Nel corso del tempo ha attivato alcuni progetti per sostenere i giovani in carcere. I giovani vanno visti come una risorsa e non come un peso. I giovani incontrati da Fondazione Eris dentro le mura sono attraversati da sofferenze e malesseri ma sono anche dotati di potenzialità imprevedibili che chiedono di essere sviluppate e aiutate dagli adulti.

Referente: Claudio Nizzetto. 

Link approfondimento "Il lavoro nelle carceri minorili"

Tecnologie per la cura

La sperimentazione sui Neurofeedback

Fondazione Eris ha attivato un progetto di ricerca con la collaborazione del Gruppo Brain Therapy Solution, del Laboratorio di neurofisiopatologia clinica e ricerca dell’Unità di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, dell’Azienda Ospedaliera G. Salvini di Garbagnate Milanese.

Leggi tutto

Fondation Pédiatrique

Kimbondo

La Fondazione Eris sostiene le attività della Fondation Pédiatrique de Kimbondo, un ospedale nel cuore del Congo che presta servizi sanitari, accoglienza e scolarizzazione a neonati, bambini e ragazzi autoctoni.

Leggi tutto

Chiedi aiuto

Conosci qualcuno che ha dipendenze da droga o alcool?
Lo vuoi aiutare?
Dagli una opportunità.

Il tossicodipendente, l’alcolista vivono nel degrado, abbandono e disagio.
A volte non si rendono conto di quanto stanno male, non vogliono essere aiutati. Quando se ne rendono conto, non sanno come uscirne.
SONO SOLI.
Famiglia e amici vivono nella disperazione di vedere la persona amata distruggersi, senza poter fare niente per essergli di aiuto.
SONO SOLI.

Leggi tutto

Log in